I fitosteroli

I fitosteroli

I Fitosteroli sono delle molecole simili a quelle del colesterolo, ma contrariamente a quest’ultimo sono contenuti esclusivamente nei prodotti vegetali.

I loro benefici per la nostra salute sono così altamente riconosciuti da far considerare gli alimenti che ne contengono in quantità dei veri e propri “super foods”, dei “farma alimenti” rientranti, a buon titolo ed in buona compagnia, in quella grande famiglia che più persone hanno definito “Nutraceutica”.

La funzione e la più scientificamente provata dei fitosteroli è data dalla capacità di ridurre il colesterolo: essi “legano” quest’ultimo all’interno del lume intestinale impedendone l’assorbimento e favorendone l’espulsione fecale.

Una dieta ricca di fitosteroli è idonea ad integrare una cura naturale contro l’invecchiamento dela pelle e sembra esser associata alla prevenzione del cancro alle ovaie, mammella, stomaco e polmone: l’università canadese di Manitoba sta infatti studiando queste molecole e la loro funzione antiossidante in questi termini.

Altra funzione è quella integrativa e coaudiuvante dei disordini lipoproteici: nel medio e lungo termine, il consumo di questi “farma alimenti” naturali contententi fitosteroli (2 gr al giorno) sembrano ridurre di circa il 10-12%  l’ipercolesterolemia, sempre associandola ad una terapia farmacologica tradizionale e a condizione di consumarne con estrema regolarità e prima dei pasti principali.

Recentemente alcuni studi hanno ipotizzato che in alcuni soggetti, in particolare coloro che sono affetti da una patologia genetica nota come sitosterolemia familiare che comporta un esaltato assorbimento intestinale di fitosteroli, l’aumento di apporto alimentare di tali molecole potrebbe addirittura favorire la comparsa delle malattie che si propone di prevenire con il loro utilizzo (malattie cardiovascolari).

Questi studi non solo non sono stati confermati ma sono stati oggetti di contestazione. In ogni caso, sembrano valere solo per soggetti predisposti ad un’innata e genetica predisposizione al cronico assorbimento di fitosteroli (soggetti eterozigoti per il gene scatenante la sitosterolemia).

Ma quali sono gli alimenti che contengono queste eccezionali molecole?

Gli OLII VEGETALI, la FRUTTA SECCA, in particolare NOCI, NOCCIOLE, MANDORLE, i LEGUMI, i CEREALI e la FRUTTA FRESCA.


Tags assigned to this article:
fitosteroli

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.