Detergenti e Detersivi

Il continuo uso di detersivi e detergenti chimici per la pulizia della casa, della macchina e di tutto ciò che ci appartiene è in grado di creare problemi alla nostra salute e, in misura ancora maggiore, al nostro ambiente.

Abbiamo raggiunto livelli di inquinamento ambientale che rasentano l’incredibile e che ci sta portando ad un ciclo vizioso devastante: inquiniamo l’ambiente, pensando che questo sia qualcosa che ci tocca solo in parte, è fuori della nostra casa e dei nostri appartamenti ma non è cosi.

Utilizzare enormi quantitativi di acqua, utilizzare prodotti chimici facendoli poi scorrere dalle nostre tubature ai nostri mari, inquinano le nostre falde ed il nostro ambiente e ci tornerà indietro nella nostra tavola e nella nostra aria.

Siamo un tutt’uno con ciò che ci circonda e non delle singolarità senza interconnessioni; fino a quando non capiremo questo, non ci preoccuperemo mai a fondo dei segnali che il nostro Pianeta ci sta dando in questi ultimi 30 anni.

Di base, anche a prescindere per un momento dagli effetti che le nostre azioni possono provocare, moltissimi prodotti industriali per la nostra casa e la pulizia della nostra persona contengono sostanze tossiche in grado di provocare, alla meglio, allergie all’apparato respiratorio, irritazioni agli occhi, alla pelle, ai pomoni.

Spesso nei detersivi che tocchiamo tutti i giorni troviamo quantità non insignificanti di Nichel, Cromo, Cobalto.

Inoltre, la formulazione media di tali prodotti è anche “stupida economicamente” per noi; se volessimo fare una “media” generale, di un detergente tipo, questa è la sua formulazione:

  • 75% dei detersivi liquidi è acqua, nei prodotti in polvere è solfato di sodio
  • 10-15% sono Tensioattivi provenienti da derivati del petrolio, dannosi per tutto ciò che vive, in quanto – tra l’altro – aumentano la capacità di assimilazione delle sostanze chimiche degli organismi
  • 10-15% sono Addittivi e Coaudiuvanti in grado di potenziare l’azione dei tensioattivi, come ad esempio enzimi, fosfati, disinfettanti, sbiancanti, azzurranti, percarbonati, coloranti, profumi sintetici, coloranti.

Ancor più grave è il fatto che il mercato italiano spinge molto di più prodotti liquidi (che contengono molti più tensioattivi rispetto a quelli in polvere) rispetto a quelli in polvere

(to be continued)

 

 

 

 

 


No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.