Breaking News

Acido Citrico

E’ in assoluto una delle sostanze più naturali in questo settore, presente acid and lemonsin quasi tutta la frutta – ovviamente in maggior misura nel succo di limone visto che ne contiene circa il 7% – ed utilizzato nell’industria farmaceutica e alimentare come acidulante e conservante. Questo composto organico nell’etichetta alimentare prende la numerazione di E330.

Un tempo estratto dagli agrumi, oggi viene prodotto per fermentazione citrica di soluzioni zuccherine in cui il glucosio divente acido citrico da ceppi selezionati di alcuni tipi di muffe; a temperatura ambiente si presenta sottoforma di piccoli cristalli trasparenti.

Nell’industria alimentare viene utilizzato in molti modi e si trova in prodotti come marmellate, passate di pomodoro, succhi di frutta come correttore di acidità.

Dal punto di vista nutrizionale l’Acido Citrico migliora e favorisce l’assorbimento del Ferro ed ostacola in modo significativo la formazione di calcoli renali, espletando altresi una leggera azione battericida e antiartritica. Come alimento forse l’unica controindicazione è legata al fatto che un uso continuato e prolungato in notevoli quantità potrebbe ledere lo smalto dentale e facilitare l’erosione della carie dentale, per cui vale la stessa raccomandazione che si fa a chi beve troppa coca cola: attendere qualche decina di minuti prima di lavarsi i denti.

Nei tessuti animali svolge molteplici funzioni – tra cui è nota la sua partecipazione al Ciclo di Krebs, ossia la via metabolica per la produzione di energia – ma a noi interessa il suo utilizzo nelle nostre pozioni di tutti i giorni: i detersivi per la casa!

Bè, oltre al fatto di essere facilmente trasportabile e “lavorabile” con varie diluizioni a casa, in modo da ridurre il consumo di plastica, vi anticipiamo che da solo sostituisce ben 4 prodotti per la casa:

  1. Il Disincrostante
  2. L’ Anticalcare
  3. Il Brillantante
  4. L’ Ammorbidente

Si può reperire sia in forma anidra sia in forma monoidrata; la prima è pura, nella seconda invece la molecola dell’acido è legata ad una molecola d’acqua, con una variazione di peso di circa il 10%.

Nel nostro punto vendita Naturalmia di Mestre vendiamo solo la forma più pura.

E’ meno forte dell’acido acetico, pertanto va utilizzato in concentrazioni maggiori: tra il 10 ed il 20%. La ricetta base infatti, per una soluzione al limone15-20% prevede di sciogliere 150-200 gr di acido citrico anidro, in caso di monoidrato invece sono necessari 165-220 gr, sempre in un litro d’acqua.

A proposito di acqua: sarebbe meglio usare quella distillata in quanto il calcare sciolto nell’acqua “del sindaco” impegna una parte di acido citrico, formando citrato e diminuendono sensibilmente la concentrazione.

Partiamo dunque, da un concetto elementare: la scelta tra una soluzione al 15% o al 20% si lega inevitabilmente ad una sensibilità personale ma soprattutto al grado di durezza dell’acqua, se si sceglie l’opzione dell’acqua di rubinetto: maggiore è la durezza, più alta sarà la concentrazione da utilizzare.

Vediamo le ricette base che prevedono l’uso di Acido Citrico.

Disincrostante e disgorgante di lavandini. E’ molto piu ecologico dell’acido solforico e/o acido muriatico. Basta prendere 200 Gr di acido citrico anidro e aggiungere 1 Litro di acqua distillata. Per sgorgare lavandini è sufficente mettere 100 Gr di bicarbonato di sodio puro nello scarico e versare 200 ml di soluzione (circa un bicchiere da tavola9.

Anticalcare naturale. In questo l’acido citrico è davvero ottimo perchè oltre a sciogliere il carbonato di calcio (ossia il calcare), non lascia alcun residuo, non irrita la pelle e praticamente non ha alcun odore sgradevole. Inoltre, impatta pochissimo l’ambiente e non è aggressivo sui metalli pertanto è da preferire all’ Aceto. Per preparare la ricetta-base sono sufficenti 150-200 Gr di Acido su 1 Litro di acqua distillata: spruzzare sull’oggetto e attnedere lo scioglimento naturale.

Ammorbidente. Ottimo è anche l’uso dell’acido citrico come ammorbidente, in quanto ha il vantaggio di funzionare anche come anticalcare a protezione della lavatrice nonchè di fissare i colori nei lavaggi di indumenti colorati, evitando anche il deposito dei residui chimici sui vestiti. Ciò rende questo prodotto perfetto per il lavaggio degli indumenti dei bambini, neonati e anche adulti, in tutti i casi di sensibilità alla pelle e di dermatiti. E’ sufficente preparare 800 gr di acqua distillata con 200 gr di acido citrico anidro.

Brillantante: facilissimo, basta utilizzare la stessa soluzione prevista per l’ammorbidente (800 gr di Acqua distillata e 200 gr di Acido Citrico Anidro e riempire l’apposita vaschetta della lavastoviglie

Balsamo per i capelli. L’acido citrico è in grado di chiedere le scaglie di cheratina che normalmente si creano con lo stress e la vita quotidiana: 30 ml di soluzione al 20% in un litro di acqua corrente; basta fare un impacco, lasciare agire qualche minuto e risciacquare.

Tonico per il viso. Essendo in grado di ripristinare il pH acido dlela pelle, l’ Acido citrico pùò diventare un ottimo aiuto giornaliero: 50 ml di soluzione al 20% in altri 50 ml di acqua di rubinetto: frizionare il viso, tamponando energicamente.

Antiodorante per le ascelle. Preparazione da 25 a 40 ml di soluzione al 20% in 75 ml di acqua distillata; versare il tutto in uno spruzzino e vaporizzare al bisogno.

Tabella Antidisastri per Apprendisti Stregoni

SOSTANZANON SI MESCOLA CON SI PUO MESCOLARE CON
AmmoniacaAceto, Acidi-
BicarbonatoAceto, Acido citricoDetersivo lavatrice, detersivo lavastoviglie
CandegginaAceto, Acidi-
Detersivo piatti naturaleBicarbonato, Percarbonato, SodaDetersivo commerciale
Detersivo lavatriceAceto, Acido citricoBicarbonato, Percarbonato
Detersivo lavastoviglieAceto, Acido citricoBicarbonato, Percarbonato
Olii essenziali (alcuni)Aceto, Acido citrico
PercarbonatoAceto, Acido citricoDetersivo lavatrice, lavastoviglie
Soda (tipo Solvay)Aceto, Acido citrico
Moltre sostanze, pur essendo naturali, non sono di per sè miscelabili o perchè si annullano a vicenda o perchè potrebbero reagire violentemente! Non siamo tutti Harry Potter, pertanto vi consigliamo di imparare a memoria questa tabella o di utilizzarla ogniqualvolta state sperimentando una nuova ricetta!



Related Articles

Bicarbonato di Sodio (uso non alimentare)

Spesso si parla del  bicarbonato come di una “panacea” per la nostra salute, in quanto avrebbe importanti  attività “alcalinizzanti” per

Argilla

L’Argilla è una delle materie prime più antiche che l’uomo abbia mai usato, sia come elemento per plasmare forme e

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.