Semi di Chia

Cosa sono I SEMI DI CHIA ?

La Chia o, Salvia Hispanica, è una pianta erbacea estiva annuale, della stessa famiglia a cui appartiene la Menta, ossia le Labiatae.

salvia hispanicaCresce spontaneamente in Messico e Bolivia e le proprietà benefiche dei suoi semi erano note sin dai tempi delle civiltà precolombiane, essendo state la base della loro alimentazione quotidiana assieme al mais, fagioli e amaranto.

Si narra infatti, che i guerrieri atzechi li usassero sia per trarne “energia” sia gtb-index-mayacome rimedio contro infiammazioni; Chia in atzeco significa “forza”.

I Semi di Chia sono noti per essere una tra le fonti vigetali più ricche di acidi grassi essenziali (in particolare Omega 3), caratteristica che li avvicina ai semi di Lino.chia1-300x300

Secondo la scala Orac, ossia quell’indice che misura la capacità antiossidante degli alimenti, i semi di Chia hanno un valore di 98 micromoli TE/gr (Fonte: Nutritional Science Researche Institute), superiore a quello di mirtilli rossi (90 Micromoli TE/gr secondo USDA).

Hanno un sapore neutro e possono essere assunti crudi aggiunti nella prima colazione (ottimi come ingrediente della crema Budwig) assieme ad altri semi, oppure come condimento nelle insalate, risotti, primi di pasta, nei legumi o, ancora, per uno snack salutare  durante la giornata, aggiunti a frullati o macedonie di verdura.abe_gathers_chia_stick_8069

Possono accompagnare crostini e tartine vegetali oppure esser inserite in plum cake e torte, con l’accortezza di aggiungerli a fine cottura, per non perdere le proprietà nutrizionali.

I Semi di Chia hanno un’altra caratteristica particolare: essendo in grado di assorbire un quantitivo d’acqua di molto superiore al proprio peso, lasciati un paio d’ore in ammollo in acqua a temperatura ambiente, sprigionano un gel davvero interessante; questo può esser bevuto tal quale per migliorare le funzionalità dell’intestino, oppure può esser utilizzato in cucina come addensante (tipo la gomma xantana o l’ agar agar) o come sostituto delle uova nei piatti vegani.

Diamo un’occhiata più precisa alle sue proprietà nutrizionali.

Assieme ai Semi di Sesamo, quelli di Chia rappresentano una delle maggiori fonti di CALCIO (oltre 600 mg su 100 gr di alimento), più o meno 5 volte  superiore a quella del latte (che sappiamo comunque non esser la miglior fonte in questo senso, contrariamente al luogo comune).

Rappresentano la fonte vegetale piu ricca di acidi grassi essenziale OMEGA 3.

100 GR di Semi di Chia apportano una quantità (circa) di

• VITAMINA C (circa 5,5 Mg): 7 volte superiore a quella contenuta nelle arance
• POTASSIO (circa 810 Mg): 2 volte superiore rispetto alle banane
• FERRO (quasi 10 Mg): 3 volte superiore rispetto agli spinaci
• ANTIOSSIDANTI:  4 volte superiore rispetto ai mirtilli
• OMEGA 3: 8 volte superiore al salmone selvaggio
• CALCIO, FOSFORO MAGNESIO, POTASSIO, RAME: in gran quantita.

Sono consigliati a tutti, ma in particolare a tutti coloro che seguono una dieta vegetariana/vegana, anche per l’apporto di calcio che ne deriva; a chi desidera perdere peso, essendo ricchi di nutrienti e poche calorie, ai diabetici, perchè non contengono zuccheri semplici e colesterolo e hanno un basso indice glicemico e a coloro che soffrono di pressione alta, perchè contribuiscono alla regolazione della pressione sanguigna

Sono controindicati:

  1. A coloro che usano farmaci per l’ipertensione, perchè questi semi riducono la tensione arteriosa generale e possono potenziarne gli effetti.
  2. A coloro che usano farmaci anticoaugulanti, per l’elevata presenza di Omega 3 nei semi che può aumentare il tempo di protrombina (parametro che misura l’efficacia del processo di coaugulazione e che aumenta tanto più quest’ultimo è inefficiente)
  3. A coloro che usano farmaci che fluidificano il sangue come l’aspirina
  4. A chi soffre di diverticolosi (che devono limitare l’uso di fibra), in caso di occlusione intestinale e a chi ha subito interventi nel tratto gastrointestinale.
  5. Sempre a causa di interazione con i medicinali, è sconsigliata l’assunzione di semi di Chia a chi usa farmaci per la cura del diabete o assume insulina. Poiché i semi riducono il livello di glucosio nel sangue (e questo è un bene e a vantaggio del diabetico) potrebbero potenziare l’effetto dei farmaci con rischi di ipoglicemia.

Consultate sempre il vostro medico di fiducia e/o nutrizionista.

Ricapitoliamo gli usi:

Possono essere aggiunti crudi (non piu di due cucchiaini al giorno) a colazione, con i cereali…anche nel latte vegetale, nei frullati, oppure nelle insalate, come condimento assieme al gomasio.

Ottimi da utilizzare per fare il pane ai semi, possono essere tostati e macinati.

Sono anche un ottimo addensante: lasciati in ammollo (anche in un succo di frutta) per 10-15 minuti sviluppano un gel che riesce ad addensare creme e budini

Alcuni preparano una sana bevanda purificante: lasciati in ammollo in acqua a temperatura ambiente per almeno 1 ora, i semi sprigionano un gel in grado di pulire l’intestino e ne migliora il funzionamento, specie se bevuto la mattina a stomaco vuoto.

Il Gel di semi di Chia, come il Gel dei semi di lino, può essere utilizzato come sostituto delle uova nella preparazione di torte e biscotti.



No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.